domenica 19 gennaio 2020

Omaggio a Fellini sul nuovo canale CINE 34

 Pierluigi, Francesco e Rudy, con Federico Fellini con in mano una copia di "... di Terra" del Banco del Mutuo Soccorso

Domani, 20 gennaio, iniziano le trasmissioni di un nuovo canale (digitale terrestre) Cine 34, tutto dedicato al cinema italiano.

In occasione dei 100 anni di Federico Fellini, appunto il 20 gennaio, verranno trasmessi per l'intera giornata film del maestro.

Sarà l'occasione per rivedere, anche, un po’ di BANCO!

Wazza


(dalla rete...)

Nel primo riquadro in alto a sinistra potete anche notare Pierluigi Calderoni e Rodolfo Maltese, rispettivamente batterista e chitarrista del Banco, qui interpretare un percussionista e trombettista (oltre che ottimo chitarrista Maltese sapeva suonare anche la tromba) seppur non siano accreditati nei titoli del film.
In ultimo, la magnifica voce di Di Giacomo è stata prestata anche per il personaggio Nim Galuu dal film "Epic-il mondo segreto" il cui doppiaggio originale era affidato a Stev Tyler, frontman degli Aerosmith.

In ordine cronologico:

-Fellini Satyricon (1969) di Federico Fellini
- I cown (1970) " "
- Roma (1972) " "
- Amarcord (1973) " "
- Prove d' orchestra (1979) " "
- Epic-il mondo segreto (2013) di Chris Wedge



venerdì 17 gennaio 2020

detto FERRANTE ANGUISSOLA, in tutti i webstore con il nuovo album “A OCCHI APERTI”


detto FERRANTE ANGUISSOLA

Dal 3 gennaio 2020

in tutti i digitalstore con il nuovo album

“A OCCHI APERTI”

Ferrante Anguissola (detto) è un Artista, un Poeta da scoprire.

Spotify:


A occhi aperti”: le otto canzoni che compongono il disco raccontano con garbata e elegante ironia storie, aneddoti, viaggi, metafore. I testi e le musiche sono di Ferrante Anguissola esclusa “Il Dromedario e il Cammello” il cui testo è tratto dal “libro degli errori” ediz. 1964 di Gianni Rodari. La produzione artistica è di Alessandro Boriani.

“A occhi aperti”, pubblicato dall’etichetta discografica Terzo Millennio, è disponibile da  oggi in tutti i webstore nella versione digitale e con un CD a tiratura limitata.

FERRANTE ANGUISSOLA (detto).Sinossi

Il senso dell'amore, il rispetto degli altri, i sogni, i viaggi, la libertà, il destino. Grandi temi in piccoli racconti dove la vocazione lirica si mescola a una sottile ironia. Poeta e musicista, Ferrante Anguissola ha attinto a episodi di esperienza vissuta per scivolare nelle pieghe della memoria e sublimare i ricordi in una dimensione sospesa, in bilico fra realtà e immaginazione.

«A diciassette anni scrivevo canzoni e inventavo storie» racconta oggi ripensando alla sua infanzia fra Piacenza e Cremona, alla vita contadina in un'antica cascina della Bassa dove i ritmi di un'esistenza agricola e i colori della campagna sono stati lo scenario di un'educazione mitteleuropea. Un nonno concertista, una madre pianista gli hanno lasciato nelle dita i doni della musica. Ferrante non parla. Sussurra. «Timido ma determinato», dice, si divideva fra i primi concerti campestri, negli anni di collegio a Firenze, e una bizzarra pratica ingegneristica che lo vedeva assemblare materiali di recupero bellici per farne stazioni-radio di fortuna, un radio-amatore sognatore in dialogo con l'altro lato del globo.

 La sua avventura “on the road” lo ha portato, fra i primi autostoppisti, sulle strade d'Europa nel secondo dopoguerra. Dalla Germania distrutta all'Olanda remota, dalla Londra bombardata agli ostelli della gioventù e alle golette di Stoccolma, l'irrinunciabile colonna sonora dei suoi spostamenti mixava brani di Charles Trenet e Jacques Brel con canzoni della tradizione classica napoletana. Vestito di blu, nei ristoranti di South Kensington, accompagnava alla chitarra i suoi primi testi abbinati a melodie semplici e orecchiabili, parole e versi, adattamento inedito e personale del teatro canzone. Rime, assonanze, metafore hanno cominciato allora a intrecciarsi con la musica, coi tempi dei sonetti e delle ballate. La canzone d'autore incontrava l'eco dei trovatori provenzali.

L'uso attento dei termini, l'affondo su temi amari edulcorati dalla poesia, hanno poi distinto l'album degli esordi “Poligrafici Pensionati Trombai e Santi”, affresco di un'umanità eccentrica e fragile, uscito alla fine degli anni Settanta con lo pseudonimo di Asterix e ispirato alla lezione epocale di Bob Dylan, Joan Baez o Fabrizio de André.

In questa sua giostra dell'umana commedia, dove si muovono amanti e girovaghi, marinai e mercanti, allegoria di stati d'animo e inganni del cuore, Ferrante Anguissola ha nascosto messaggi di pungente attualità che toccano, con polemica garbata, problemi giganteschi: la solitudine, l'incomunicabilità, l'intolleranza, la paura del diverso, l'amore negato. Oggi, a distanza di anni dal primo disco, e dopo l'uscita nel 2018 di “Anima e Vento”, Ferrante torna, con un nuovo album “A Occhi Aperti”, a riflettere sul valore della parola scritta per la musica e della musica scritta per la parola.

Raccogliendo le fila di una vita, non ha smesso di cercare e di viaggiare. Non ha scollegato le antenne del giovane radioamatore in attesa di segnali dal futuro, non ha smesso di onorare il patto che alcuni decenni fa – quando era un ragazzo di provincia con la passione per la musica francese e napoletana – siglò con sé stesso: non tradire le sue origini, non dimenticare la fatica, la ricerca di giustizia e verità. Così, dopo mesi trascorsi in studio di registrazione a caccia del verso giusto, inesausto artigiano della canzone, Ferrante Anguissola torna al microfono da eroe maturo, sempre elegante ma combattivo, pronto ad affrontare nostalgie e rimpianti, ma con la stessa immutata energia dei “suoi” anni Settanta, inevitabile dovere di un maestro della sua età: conciliare l'eterna voglia di libertà con la coscienza profonda di un uomo che ha vissuto.
A cura di Chiara B. Gatti


giovedì 16 gennaio 2020

TOUR DATES 16 ‑ 22 GENNAIO 2020, DI ZIA ROSS

TOUR DATES 16 ‑ 22 GENNAIO 2020


Giovedì 16/01

TEATRO BARETTI ‑ Corso Statuto ‑ MONDOVÌ (CN)
MODENA CITY RAMBLERS


Venerdì 17/01

TV SPENTA DAL VIVO ‑ Saltalbero ‑ RAPOLANO TERME (SI)
GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO
info:  www.tvspenta.it
Giorgio Canali è uno degli ultimi romantici maledetti della scena musicale italiana: solca implacabilmente il mare magnum del nostro tempo, con un misto di timidezza, arroganza e dolcezza che è solo suo.

TEATRO CENTRALE CARLSBERG ‑ Via Celsa, 6 ‑ ROMA (RM)
THE WINSTONS
The Winstons è un power trio basso, batteria, tastiere e voci abile nel miscelare due mondi musicali spesso considerati agli antipodi, l’indie e il rock progressivo, creando un mix di sonorità canterburyane e psichedeliche dal sapore unico. Formata da Enrico Gabrielli (tastiere, fiati), Roberto Dell’Era (basso, voce) e Lino Gitto (batteria, voce), la band, il 10 maggio 2019, ha pubblicato il nuovo album “Smith”.

BARRIO'S LIVE ‑ Via Barona Ang. Via Teramo (Piazzale Donne Partigiane) ‑ MILANO (MI)
ALIANTE, SENTIERO DI TAUS, TIZIANA RADIS
THE DREAMING MUSIC NIGHT
Serata all’insegna del sano progressive rock made in Italy. Sul palco Tiziana Radis (Secret Tales), Il Sentiero di Taus e Aliante.
Inizio concerti ore 21.30

GARAGE MOULINSKI ‑ Via Pacinotti, 4 ‑ MILANO (MI)
CLAUDIO FASOLI “IN TRIO 6”
info:  3493306000

VECCHIA DOGANA ‑ VIA MAZZINI 18 ‑ ROSSIGLIONE (GE)
LES TROIS TETONS
BLUESADELIC ROCK AND ROLL

TAVERNA FANTASY THE WALL ‑ Via Pisa 47 ‑ PISTOIA (PT)
LINGALAD
I Lingalad sono una band italiana folk-prog legata al mondo della natura e di Tolkien. L’ultimo lavoro è “Confini armonici”. Serata speciale dedicata al Signore degli Anelli.
Inizio concerto ore 21

GALLUN ‑ Via Sant'Euplio, 138 ‑ CATANIA (CT)
MALIBRAN
info:  0952500283
La band catanese dei Malibran, in attività dal 1987 e oggi formata da Giuseppe Scaravilli, Jerry Litrico, Alessio Scaravilli, con 10 album all’attivo, un DVD e altro ancora, torna in concerto per celebrare i suoi oltre 30 anni di attività.


Sabato 18/01

TEATRO STORCHI ‑ LARGO GARIBALDI 15 ‑ MODENA (MO)
MODENA CITY RAMBLERS
info:  http://www.teatrocomunalemodena.it  ‑ info@teatrocomunalemodena.it  ‑ 059/2033020 ‑ 059/223244

CAMPUS INDUSTRY MUSIC ‑ Largo Simonini ‑ PARMA (PR)
SINEAD O'CONNOR
info:  0521/645146 ‑ 3703046420 ‑ http://www.facebook.com/campusindustrymusic ‑ www.campusindustrymusic.com
Personaggio controverso ma gran bella voce.

GOTO STORTO ‑ Via Villanova 8/A ‑ TREBASELEGHE (PD)
MAD FELLAZ
Mad Fellaz è un gruppo di giovani musicisti che nasce nel 2010 come trio sperimentale, arricchendo poi la sua formazione nel tempo. Nel 2013 è uscito il primo album omonimo, mentre nel 2016 la band ha pubblicato il secondo lavoro “Mad Fellaz II” seguito da “Mad Fellaz III” nel 2019.
Inizio concerto ore 21

SPAZIO TEATRO 89 ‑ Via Fratelli Zoia 89 ‑ MILANO (MI)
JAIME DOLCE'S INNERSOLE
RASSEGNA “MILANO BLUES 89”
info:  0240914901 ‑ Info@Spazioteatro89.Org ‑ Www.Spazioteatro89.Org
La rassegna “Milano Blues 89” continua allo Spazio Teatro 89 con altri appuntamenti con artisti di primo piano della scena internazionale e con alcuni dei gruppi più rappresentativi del panorama italiano.
Biglietti: 13 euro intero; 10 euro ridotto (under 25, over 65, convenzioni Arci, Feltrinelli, socio Coop, Touring Club Italia, IBS, Coop Degradi).
ore 21.30

SPAZIOMUSICA ‑ Via Faruffini 5 ‑ PAVIA (PV)
EZIO GUAITAMACCHI PRESENTA "UGOLE ROCK"
CON BRUNELLA BOSCHETTI VENTURI, BORIS SAVOLDELLI E BERNARDO LANZETTI
PRENOTAZIONI: Spaziomusicapavia@Gmail.Com ‑ SMS/WhatsApp: 3200629556
Ore 22.30
Ezio Guaitamacchi presenta "UGOLE ROCK", con Brunella Boschetti Venturi, Boris Savoldelli e il grande BERNARDO LANZETTI, leggendario vocalist di Acqua Fragile e PFM.
Senza di loro il rock non sarebbe esistito o, in ogni caso, sarebbe stato molto diverso.
Le voci di Robert Plant, Bono, Janis Joplin, Bruce Springsteen, Mick Jagger, John Fogerty, Van Morrison, Patti Smith sono paragonabili alle “firme” dei grandi pittori: le riconosci dopo pochi secondi e subito sono in grado di dare un tocco di classe.
EZIO GUAITAMACCHI prende per mano gli spettatori e li accompagna sulle strade del rock con aneddoti gustosi e racconti divertenti che svelano misteri e retroscena delle vite delle grandi rockstar.
Con lui sul palco le “ugole rock” di BRUNELLA BOSCHETTI VENTURI, BORIS SAVOLDELLI e del grande BERNARDO LANZETTI, leggendario vocalist di Acqua Fragile e PFM.
I dipinti di Carlo Montana e le proiezioni di immagini e filmati storici di Filippo Guaitamacchi impreziosiscono il tutto.

GLUE ‑ Viale Fanti Manfredo, 20 ‑ FIRENZE (FI)
THE WINSTONS
info:  http://www.gluefirenze.com ‑ gluefirenze@gmail.com ‑ 3488742572
The Winstons è un power trio basso, batteria, tastiere e voci abile nel miscelare due mondi musicali spesso considerati agli antipodi, l’indie e il rock progressivo, creando un mix di sonorità canterburyane e psichedeliche dal sapore unico. Formata da Enrico Gabrielli (tastiere, fiati), Roberto Dell’Era (basso, voce) e Lino Gitto (batteria, voce), la band, il 10 maggio 2019, ha pubblicato il nuovo album “Smith”.


Domenica 19/01

HIROSHIMA MON AMOUR ‑ Via Bossoli 83, Zona Lingotto Stazione Torino Sud ‑ TORINO (TO)
SINEAD O'CONNOR
Personaggio controverso ma gran bella voce.

PIAZZA VIII AGOSTO ‑ BOLOGNA (BO)
SKIANTOS, BANDABARDÒ E ALTRI
Dal pomeriggio.

"SU E GIO' DEL TRAM" ‑ Da Piazza XXIV Maggio Con Il Tram 10 ‑ MILANO (MI)
GATTISPIAZZATI "SU E GIO' DEL TRAM"
Domenica 19 gennaio torna l'iniziativa dei Gattispiazzati "Su e gio' del Tram".
Partenza alle 15 da piazza XXIV maggio con il tram 10 per circumnavigare la città sino all'Arco della Pace, per poi proseguire fino a porta Garibaldi, Corso Como, fermarsi alla chiusa dell'Incoronata per poi salire in piazza Gae Aulenti, dove due gatti sapienti spiegheranno il panorama e racconteranno le vicende legate all'Isola, Palazzo Lombardia, Stazione Garibaldi, ex-area Luna Park varesine, il canale Martesana ora coperto, la Biblioteca degli alberi, il Bosco verticale...
Il tutto per 10 euro + il biglietto del tram. Prenotazione obbligatoria.
Tutte le informazioni all'evento fb "Col tram 10 da Porta Ticinese a Corso Como ‑ Chiusa Incoronata"

BARRIO'S LIVE ‑ Via Barona Ang. Via Teramo (Piazzale Donne Partigiane) ‑ MILANO (MI)
ACUSTICAMENTE, MONDORUX ORCHESTRA E JOLLY ROGER
Live d'esordio per gli AcusticaMente, un quartetto di freschissima formazione, che propone brani sia originali, cantati in italiano, che cover, rivisitate in versione acustica, e la Mondorux Orchestra, un trio formatosi qualche anno fa che, con l'obiettivo di portare in scena un vero e proprio spettacolo musicale, propone brani originali, miscelando jazz, fusion, funk, rock & prog, ed alcune cover reinterpretate mentre, i Jolly Roger, sono un affermato quartetto, che propone, in maniera esplosiva e coinvolgente, cover rock'n'roll, rock & hard rock.
Il Barrio's Live è anche un ristorante, con ottimi piatti, preparati al momento (è eccezionale la carne, assolutamente da provare!).
PER PRENOTAZIONE TAVOLI CONTATTARE MARIO 3495454924
INGRESSO LIBERO

THE GARAGE CLUB ‑ Via Bonaventura Tecchi 15 ‑ PORANO (TR)
OLD ROCK CITY ORCHESTRA
Gli Old Rock City Orchestra nascono con l’intento di fondere sonorità tipiche del rock delle origini, psichedelia, musica progressiva, blues-rock, il tutto arricchito da atmosfere classicheggianti e orchestrali. Nel 2012 è uscito l’album d’esordio “Once upon a time”, mentre nel 2015 hanno pubblicato “Back to Earth”, seguito da “The Magic Park of Dark Roses” nel 2018.
Inizio concerto ore 17
Ingresso riservato ai soci

TEATRO FRANCO PARENTI ‑ Via Pier Lombardo 14 ‑ MILANO (MI)
"PIANISTI DI ALTRI MONDI ‑ DAL JAZZ ALLE SONORITÀ CONTEMPORANEE"
info:  per prenotare 0259995206 oppure www.teatrofrancoparenti.it
La domenica alle 11 dal 19 gennaio al 22 maggio Società del Quartetto di Milano e Teatro Franco Parenti presentano "PIANISTI DI ALTRI MONDI ‑ Dal jazz alle sonorità contemporanee", uno straordinario viaggio in 8 tappe affidato a 11 pianisti dal mondo.
La rassegna è stata ideata da Gianni Morelenbaum Gualberto, che per 32 anni ha curato "Aperitivo in concerto" al Teatro Manzoni: garanzia di qualità!
Pagina fb Peverelli & Morelenbaum Associati https://www.facebook.com/peverellimorelenbaum/
Biglietto € 20 ‑ Under 26 e over 65 € 16
Abbonamento: € 96 per 6 concerti, da € 112 a 136 per 8 concerti.
Programma completo con ascolto di brani di ogni pianista, info e prevendite http://www.quartettomilano.it/pianisti-di-altri-mondi


Lunedì 20/01

SALA CINEMATOGRAFICA DELL’INSTITUT FRANÇAIS – CENTRE SAINT LOUIS DE FRANCE ‑ Largo Toniolo 22 ‑ ROMA (RM)
PROIEZIONE DEL FILM “ORFEO 9” RESTAURATO NEL 50° ANNIVERSARIO DEL DEBUTTO DELLA VERSIONE TEATRALE DELL’OPERA
LUNEDÌ 20 GENNAIO alle ore 20.00.
La Cineteca Nazionale e l’Institut Français Centre Saint Louis di Roma insieme per far rivivere il Grande cinema italiano.
Lunedì 20 gennaio ORFEO 9 sarà proiettato nell’ambito della rassegna “Nuovi orizzonti”, per l’apertura del ciclo ”Du cinéma dans l’air”:nella sala cinematografica dell’Institut Français – Centre Saint Louis de France (Largo Toniolo 22, Roma) avrà luogo la serata che proseguirà, dopo la visione del film, con un incontro con l’autore TITO SCHIPA JR.
Moderatore sarà ERMANNO MANZETTI, cantante, attore e realizzatore del triplo DVD dell’opera: a partire dal lavoro di restauro del film, ha impreziosito il cofanetto grazie al concepimento di oltre otto ore di contenuti speciali.
Serata a ingresso libero. L’accesso alla sala sarà possibile a partire da 30 minuti prima della proiezione.
Un appuntamento speciale questo – fortemente voluto da Luca Pallanch per la Cineteca Nazionale – che sarà il primo evento del 2020 per rendere omaggio al 50° anniversario dell’opera.
Il 23 gennaio del 1970 debuttava al Teatro Sistina di Roma uno spettacolo che è universalmente riconosciuto come la prima opera rock italiana. Il tempo avrebbe confermato non solo il primato, ma anche il valore artistico di ORFEO 9 che non ha mai interrotto il suo percorso: un doppio album (che conta dodici ristampe), due libri scritti da Tito Schipa Jr., la pubblicazione dello spartito per canto e pianoforte, una lunga lista di citazioni bibliografiche, la presentazione come evento conclusivo alla 65° Mostra del Cinema di Venezia (2008) e l’uscita in 1000 copie numerate (esaurite) del triplo DVD.
Ancora, la versione discografica dell’opera (poi diventata cinematografica) viene ricordata da molti per le presenze illustri nel cast: da Renato Zero a Loredana Bertè ed Edoardo Nevola come interpreti – oltre allo stesso protagonista Tito Schipa Jr. – fino a musicisti come Bill Conti (direzione musicale) e Tullio De Piscopo.
Il film, prodotto nel 1973 da Eidoscope di Mario Orfini e Emilio Bolles e da Mount Street di Ettore Rosboch, si può vedere oggi in versione restaurata e stereofonica.


Mercoledì 22/01

TEATRO COLOSSEO ‑  Via Madama Cristina, 71/A ‑ TORINO (TO)
MODENA CITY RAMBLERS
info:  011/6698034 ‑ 011/6505195 ‑ www.teatrocolosseo.it