venerdì 29 settembre 2017

Patrizio Fariselli in concerto a Vigevano


Hello,
buone notizie per gli amici di Vigevano  e zone limitrofe…

Concerto del maestro Patrizio Fariselli, pianista, compositore, degli Area
Sabato 30 settembre - Circolo Pick Week - Corso Novara 229 - Vigevano (PV)

Un concerto pieno di phatos... per palati fini!!
Wazza

Tastierista degli AREA, storico gruppo degli anni '70 con il cantante Demetrio Stratos, Patrizio Fariselli è un musicista e compositore che ha saputo proporre la propria creatività musicale con integrità ed indipendenza, riservando uno sguardo critico al passato e rivolgendosi con immediatezza alla contemporaneità.
La musica di Patrizio Fariselli è il frutto di numerosi linguaggi ed esperienze artistiche, dal rock al jazz, attraverso l'improvvisazione radicale e la musica contemporanea di matrice Cageana, ma anche la composizione per colonne sonore e musiche per l'infanzia.
Una musica ricca e al contempo immediata, un'apparente semplicità ne cela la complessità e la costante ricerca sperimentale, senza sfoggio di virtuosismi ma lasciando grande spazio alla suggestione.


giovedì 28 settembre 2017

Il nuovo video promozionale di Luca Freddi


Il nuovo video promozionale di Luca Freddi, anteprima del Cd:

Omaggio al Poeta

12 versioni strumentali delle canzoni di Fabrizio De Andrè


TOUR DATES 28 SETTEMBRE – 4 OTTOBRE 2017, DI ZIA ROSS

TOUR DATES 28 SETTEMBRE – 4 OTTOBRE 2017



Giovedì 28/09

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.Re Isola ‑ MILANO (MI)
MATTHEW LEE

UPCYCLE CAFÉ ‑ Via Ampère 59 ‑ MILANO (MI)
ALEX USAI BAND
info:  02/83428268
Ore 19.30.
Ingresso Gratuito
La band è formata da cinque musicisti molto attivi nel panorama nazionale. Pubblica l' album “Blues Tale” nel 2014 riscuotendo un gran successo e varie critiche positive nei più importanti giornali nazionali e riviste specializzate.
A marzo 2017 è stato presentato il nuovo disco “Whose Eye” al prestigioso Bluenote di Milano, locale che ha già ospitato più volte il gruppo. Un nuovo Sound arricchito da composizioni originali che si muovono fra confini sonori senza limitarsi ad un unico genere. Semi di Blues, raggi di funk e gocce di Jazz si uniscono creando una sequenza di sonorità energiche e intense. Un disco che mette in risalto le composizioni e le qualità eclettiche di una band consolidata da molti anni.
Alex Usai: chitarra e voce ‑ Niccolò Cattaneo: Hammond ‑ Michele Monestiroli: Sax ‑ Ivo Barbieri: basso e voce ‑ Martino Malacrida: batteria
ATTENZIONE! L'EVENTO SOSTITUISCE IL CONCERTO PROGRAMMATO PRECEDENTEMENTE "CARTA CANTA ‑ PAROLE IN MUSICA PER UNA NUOVA CITTADINANZA". (Per conoscere le modalità di rimborso dei biglietti già acquistati http://bit.ly/2xBAfhu).


VAULT 31 ‑ Via Cadore 31  ‑ MILANO (MI)
LIBERAE PHONOCRATIA
Liberae Phonocratia è un progetto musicale nato dell’esigenza di tornare all’operazione creativa del “laboratorio”, dell’officina, cercando di coniugare al suo interno linguaggi sonori differenti ‑ retaggio espressivo dei singoli elementi della band al fine di generare un contenitore di idee aperte alla sperimentazione più eterogenea possibile. Il risultato è una variopinta miscela di jazz, rock progressivo ed improvvisazione informale dai contorni indefiniti, ma altresì caratteristici e fortemente riconoscibili. Il primo lavoro pubblicato è “Presuntrogloland”.
Inizio concerto ore 21.30

EXCALIBUR PUB ‑ Corso Garibaldi 64 ‑ CHIAVARI (GE)
LA COSCIENZA DI ZENO
info:  0185/308095
La Coscienza di Zeno (CDZ) festeggia il decennale dalla sua fondazione con un concerto in cui ripercorrerà la sua storia. Brani dai tre album già pubblicati ma anche due brani inediti in scaletta, che confluiranno nel quarto album in lavorazione.
Lo scenario del concerto è l'Excalibur Pub di Chiavari, dove già CdZ si è esibita nel 2015.
Ingresso gratuito

TRAFFIC LIVE CLUB ‑ Via Prenestina 738 ‑ ROMA (RM)
VOIVOD


Dal 27/09 al 01/10

JAILBREAK LIVE CLUB ‑ Va Tiburtina 870 ‑ ROMA (RM)
PROGRESSIVAMENTE FREE FESTIVAL XXV-EDIZIONE
A causa della chiusura temporanea del Planet il Progressivamente Free Festival è spostato al Jailbreak Live Club.
Inizio concerti ore 21.30
Ingresso gratuito
Giovedì 28 Settembre
ACCORDO DEI CONTRARI
SLIVOVITZ
Venerdì 29 Settembre
CONSORZIO ACQUA POTABILE
JUMBO
Sabato 30 Settembre
Italia 70 con JENNY SORRENTI, ALAN SORRENTI, ENZO VITA, PINO BALLARINI + ALTRI OSPITI
SEMIRAMIS
Domenica 1° Ottobre
LA COSCIENZA DI ZENO
BIGLIETTO PER L'INFERNO


Venerdì 29/09

SERATA SPETTACOLO PER CONSEGNA PREMI ‑ Piazza Roma ‑ CALVI (BN)
RAY WILSON COL NOTTURNO CONCERTANTE
Torna in Italia la splendida voce di Ray che ha caratterizzato esperienze diversissime fra loro dal grunge degli Stiltskin al Brit Pop dei Cut, nonché i Genesis post Phill Collins, che eseguirà alcuni brani col NOTTURNO CONCERTANTE.

FREAKOUT CLUB ‑ Via Zago 7c ‑ BOLOGNA (BO)
GARBO
Insieme a Faust'O, Neon, ai Diaframma e al primo Enrico Ruggeri, è stato un esponente della new wave italiana, corrente musicale nata nei primi anni ottanta e ispirata da artisti internazionali come David Bowie, Bryan Ferry, Japan e Ultravox.

BARCOLANA MUSIC ‑ Capitaneria Di Porto Di Trieste ‑ TRIESTE (TS)
GNUQUARTET + CORO MANOS BLANCAS E CORO VOCI BIANCHE ARTEMÌA
info:  Barcolana Music ‑ Piazza dell'Unità d'Italia ‑ Trieste ‑ 040/67961 ‑ 3478312 ‑ www..barcolana.it ‑ www.facebook.com/RegataBarcolana
ore 20:30

DEFRAG ‑ Via Delle Isole Curzolane 75 ‑ ROMA (RM)
L’IRA DEL BACCANO
La band romana de L’Ira del Baccano unisce nella propria musica diverse influenze e ispirazioni: il doom dei Black Sabbath, la psichedelia di gruppi come Pink Floyd e Hawkwind l’heavy-prog dei Rush e la libertà esecutiva e “attitudine” live delle jam band come i Grateful Dead. Nel 2014 è uscito il secondo album “Terra 42”, mentre quest’anno la band ha pubblicato “Paradox Hourglass”.

PIAZZA ROMA ‑ MODENA (MO)
PFM ‑ PREMIATA FORNERIA MARCONI
Prosegue il cammino live della PFM. Dopo l’uscita di Mussida l’attuale formazione vede: Franz Di Cioccio, Patrick Djivas, Lucio Fabbri, Marco Sfogli, Alessandro Scaglione, Roberto Gualdi e Alberto Bravin.
Inizio concerto ore 21.30

CIRCOLO ARCI BLACKSTAR ‑ Via Ravenna 104 ‑ FERRARA (FE)
PROG NIGHT: LIQUID SHADES ‑ MONKEY DIET ‑ MARCHESI SCAMORZA
info:  3470244657 ‑ arciblackstar@hotmail.com
I Liquid Shades si uniscono ai Monkey Diet ed ai Marchesi Scamorza per offrirvi un banchetto di gustoso prog inedito imbandito fra le ospitali mura del circolo Arci Black Star . Le tre bands per la prima volta riunite sullo stesso palco sono ansiose di passare con voi una serata di sperimentazione e psichedelia aggiungendo magari anche qualche cocktail.

PALAZZO REALE ‑ Via Università 100 ‑ PORTICI (NA)
SLIVOVITZ
La loro musica parte dalle radici del jazz-rock e del progressive partenopeo per traghettarle verso contaminazioni nuove, etniche, mediorientali. Nati a Napoli nel 2001, sono una band tutta italiana di sette elementi. Da poco è uscito “Liver”. il loro primo album live.

SESTA FESTA BIKERS NAZIONALE FMI ‑ VILLANOVA (UD)
SOUNDRISE
I Soundrise sono band di Trieste il cui genere musicale è un misto tra l’Hard ed il Progressive Rock. Nel 2012 hanno pubblicato il loro primo album “Timelapse”, mentre al momento sono alle prese con la realizzazione del nuovo lavoro.
Inizio concerto ore 21

OFFICINA 27 CLUB ‑ Loc. Castelnuovo Di Subbiano 59/5 ‑ SUBBIANO (AR)
TACITA INTESA
Dopo più di un un anno di assenza dalle scene, i Tacita Intesa interrompono i meticolosi lavori di pre-produzione per dedicarsi a una serata di svago, divertimento e musica dal vivo, in vista delle registrazioni del secondo album che si terranno entro la fine dell’anno.
Inizio concerto ore 22
Ingresso gratuito

MONK CLUB ‑ Via Giuseppe Mirri, 35 ‑ ROMA (RM)
THE WINSTONS
info:  06/64850987 ‑ Info@ausgang.it ‑ www.monkroma.club ‑ www.facebook.com/monkclubroma
Sono un power trio basso, batteria, tastiere e voci dedito alla psichedelica e al culto dell’anarchia ancestrale. I loro grandi templi non sono lontani dal pianeta Gong: si stagliano nell’orizzonte di una Canterbury distrutta, a destra dalla tomba di Hugh Hopper dei Soft Machine e a sinistra di quella di Kevin Ayers. Navigano negli acquitrini maleodoranti del progressive, non curanti dello sporco che resta addosso ai vestiti. E chissenefrega, tanto nel rock’n’roll lo sporco diventa puro stile… Ma solo per l’effetto di un miraggio sembrano in territorio britannico, perché i tre pilastri che sorreggono la struttura sono uno a nord, uno a centro e uno nel sud della penisola italiana. Essi vivono nella stessa città ma non ha un nome pronunciabile senza che qualcuno non faccia una faccia strana. Dunque non la pronunceremo. Basti solo sapere che uno, quello alto, si chiama Rob Wintson, un altro, quello con i baffi, Linnon Winston e il terzo, quello strambo, Enro Winston. E quando sono assieme, anche solo per comprare le sigarette, da sempre, da ben prima di essere una band, erano spiritualmente una band perfetta.
Inizio concerto ore 22
Ingresso con tessera ARCI

BENICIO LIVE GIGS ‑ Via Eligio Porcu 63 ‑ GIAVERA DEL MONTELLO (TV)
VOIVOD
info:  0422/771225 ‑ info@beniciolivegigs.it

VILLA PALLAVICINI ‑ Via Meucci 3 ‑ MILANO (MI)
MANIFATTURA JAZZ:
A-MATERIAL BAND ‑ VOLUNTARY DISCLOSURE
info:  info@villapallavicini.org ‑ 022565752
MANIFATTURA JAZZ
JAZZA CON NOI L'ULTIMO VENERDì DI OGNI MESE
JAZZ ‑ BLUES ‑ FUNK ‑ SOUL ‑ PROGRESSIVE ‑ CONTEMPORANEA ‑ AFRO ‑ CUBAN...una miscela musicale a base jazz!
Primo appuntamento della rassegna
Venerdì 29 settembre ore 21,30
A-MATERIAL BAND
- la negazione dell'ovvio in musica-
VOLUNTARY DISCLOSURE
composizioni originali di M. Ferrara arrangiate per A-Material Band
ore 21,30
Dalle 20,00 bar aperto per cenette e stuzzichini (gradita la prenotazione)
Per info e prenotazioni info@villapallavicini.org ‑ Tel 022565752


29 e 30 settembre

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.Re Isola ‑ MILANO (MI)
NICK THE NIGHTFLY ORCHESTRA – SWING WITH STING


dal 29 settembre all'8 ottobre

TEATRO NUOVO ‑ Piazza S, Babila ‑ MILANO (MI)
MUSICA RIBELLE ‑ LA FORZA DELL'AMORE”
l'album "manifesto" di Eugenio Finardi, Musica Ribelle, da il titolo, ad un'Opera Rock,ispirato alle sue canzoni piu famose
Le canzoni più famose del cantautore milaneseEugenio Finardi faranno da colonna sonora all'opera rock “Musica Ribelle ‑ La forza dell'amore”, in scena al Teatro Nuovo di Milano dal 29 settembre all'8 ottobre, spettacolo diretto da Emanuele Gamba tratto da un soggetto originale di Pietro Contorno.
OPERA ROCK MUSICA RIBELLE LA FORZA DELL'AMORE
MUSICHE DI EUGENIO FINARDI


Sabato 30/09

SCUDERIE ALDOBRANDINI ‑ Piazza Guglielmo Marconi, 6 ‑ FRASCATI (RM)
ARTURO STÀLTERI "DANCING UNIVERSE"
info:  06/9417195 ‑ www.scuderiealdobrandini.hochfeiler.it/

PIAZZA DI NEONELI ‑ NEONELI (OR)
GINEVRA DI MARCO

OGR ‑ OFFICINE GRANDI RIPARAZIONI ‑ Corso Castelfidardo 22 ‑ TORINO (TO)
GIORGIO MORODER
CLUB TO CLUB

TEATRO NOVELLI ‑ Via Cappellini 3 ‑ RIMINI (RN)
LINO PATRUNO
info:  http://www.teatroermetenovelli.it ‑ teatronovelli@comune.rimini.it ‑ 0541/24152 ‑ 51351 ‑ 23847
RIMINI JAZZ: 0541/51011 ‑ 0541/52206 ‑ Info@Riminijazz.It ‑ Www.Riminijazz.It
Sono moltissimi anni che Lino Patruno opera nel settore dello spettacolo. Le sue esperienze vanno da quelle jazzistiche in concerto, in sala di registrazione, in TV a quelle di attore di cabaret, di teatro e di cinema; dalla direzione d'orchestra alla composizione di musiche da film; dal ruoli di sceneggiatore a quello di produttore cinematografico; da organizzatore di festival del jazz a presentatore televisivo. Lino Patruno è nato a Crotone e iniziò la sua carriera nelle prime jazz band che agivano a Milano negli anni '50. Fra le band da lui guidate ricordiamo la "Riverside Jazz Band" negli anni '50 e '60 e la "Milan College Jazz Society" negli anni '70. Nel 1964 assieme a Roberto Brivio, Gianni Magni e Nanni Svampa costituisce " Il Teatrino Dei Gufi", primo esempio di cabaret italiano ispirato a quello francese. Dalle cantine milanesi i Gufi si trasferiscono in teatro portando i loro spettacoli in giro per l'Italia fino al 1969, anno in cui il gruppo si sciolse. In seguito, nei primi anni '70, assieme a Nanni Svampa e Franca Mazzola, continuò l'attività teatrale e cabarettistica realizzando inoltre per la RAI alcune serie televisive di grande successo (La Mia Morosa Cara, Addio Tabarin, Un Giorno Dopo L'Altro, Una Bella Domenica Di Settembre…) e prendendo parte a centinaia di trasmissioni ai tempi d'oro della TV. Nel frattempo torna ad occuparsi di Jazz, che aveva tralasciato per i molteplici impegni in teatro e in cabaret, e realizza una serie di dischi e di programmi televisivi con alcuni fra i grandi interpreti della storia del Jazz (Albert Nicholas, Joe Venuti, Bill Coleman, Wingy Manone, Bud Freeman, Teddy Wilson, Peanuts Hucko, Bob Haggart, Eddie Miller, Bob Wilber, Spiegle Willcox, Tony Scott, Bucky Pizzarelli, Wild Bill Davison, Kenny Davern, etc.) Dal 1985 dirige una sua "European Jazz Stars" composta da grandi nomi del Jazz europeo fra i quali ricordiamo Oscar Klein, Roy Williams, Roy Crimmins, Isla Eckinger, Gregor Beck e i non dimenticati Peter Schilperoort e Henry Chaix. Nel Dicembre del 2001 ha ricevuto l'investitura di Accademico della Musica conferitogli dall'Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali.

SALA POLIFUNZIONALE ‑ Via Remotti 43 ‑ SAN MICHELE (AL)
NIGHT & DAY QUARTET ‑ MUSICHE DALLO SWING AL ROCK
APROVA IN FESTA
info:  3357197670 ‑ 3355346152
ore 20 cena con musica
NIGHT & DAY QUARTET ‑ musiche dallo swing al rock:
PAOLA GEMMA voce
ALESSANDRO TOSELLI piano
GIANNIROBOTTIclarinetto sax
FRANCOTAULINO flauto percussioni

TEATRO BLU ‑ Via Cagliero 26 ‑ MILANO (MI)
GRUPPO BARACCA EPOS IN
A RAPPORTO”.
 EMILIO LUSSU CANTATO E SUONATO CONCERTO-RACCONTO PER VOCI, BASSO, VIOLINO, FISARMONICA E CHITARRE
Sabato 30 settembre 2017 ‑ ore 18.00 Presso il Teatro Blu ‑ Via Cagliero 26 ‑ Milano (M5 fermate Marche o Istria, Bus 42) il Gruppo Baracca Epos presenta una spettacolo ideato da Umberto Fiori e Pino Martini ispirati dalle pagine di due romanzi di Emilio Lussu: Un anno sull'altipiano e Marcia su Roma e dintorni.

“A RAPPORTO”.
 EMILIO LUSSU CANTATO E SUONATO concerto-racconto per voci, basso, violino, fisarmonica e chitarre
PINO MARTINI OBINU. Bassista, compositore, numerosi i suoi progetti: I Salis negli anni ’70 (Terra de isparu e de fogu, 1984) . Stormy Six dal 1977 (L’Apprendista, Macchina Maccheronica, Al Volo, Un Concerto, Megafono, The Best Off). Negli anni ’80 Capricorno (Capricorno,1978), i Cassix (band internazionale-Cassix,1993). Nel 1985 fonda la Martini Bank (Nanna rhythmic, 1988; Rhumba,1989). Dal 1995 con Bluesimodo di Laura Fedele. Dal 1998 al 2007 dà vita al progetto TancaRuja (In terra e in chelu,1998; Isettande, 2001; Ballu furiosu,2004). Dirige il coro polifonico Sardo-milanese “Sa Oghe de su coro”. E’ autore e co-produttore artistico del disco Muriga (2010) di Ambra Pintore.
UMBERTO FIORI. Dal 1954 vive a Milano, dove si è laureato in filosofia. Negli anni '70 ha fatto parte -come cantante e autore- degli Stormy Six, gruppo storico del rock italiano, con cui ha pubblicato numerosi dischi, tra i quali ricordiamo "Un biglietto del tram" (1975). A partire dagli anni '80 si è dedicato soprattutto alla poesia. Nel 2014 è uscito un Oscar Mondadori che raccoglie il suo lavoro in versi dal 1986 al 2014, con un inedito
MAURIZIO DEH . Violinista singolare, attratto dallo sperimentalismo e dalle melodie che lo hanno spinto a studiare a Varanasi piuttosto che a Budapest, ha suonato per i baraccati di Nairobi e per Gorbaciov, per i vecchi tangueros di Montevideo e per Claudio Abbado, suscitando egualmente entusiasmo e consenso. Collabora con Moni Ovadia, ha suonato ed inciso con Antonella Ruggiero, Joe Zavinul, Notte della Taranta, Shel Shapiro, ricevuto il ‘I° Trofeo inSound’ nella categoria ‘Archi’. Ha fondato nel ’93 il Rhapsodija Trio con cui ha inciso numerosi dischi.
FRANCESCO ZAGO. E’ chitarrista, compositore, arrangiatore e produttore. Insegna chitarra elettrica e improvvisazione presso la Civica Scuola di Musica di Milano. Nel 2005 ha fondato l’etichetta discografica AltrOck, dedicata alle musiche non convenzionali, e l’ensemble Yugen, con cui ha pubblicato cinque cd. Altri progetti sono Kurai, Empty Days (con la cantante americana Elaine Di Falco) e Zauss, in duo con il sassofonista svizzero Markus Stauss. Dal 2012 è membro degli Stormy Six. Collabora con l’ensemble RepertorioZero e con l’Off Topic Ensemble.
NADIO MARENCO, fisarmonicista. Ha conseguito il diploma in fisarmonica presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano con il massimo dei voti. Svolge attività di concertista in solo, formazioni ed orchestre sia in Italia che all'estero. Ha collaborato ed inciso con Moni Ovadia, Adriana Asti, Cochi Ponzoni e Renato Pozzetto, Enzo Jannacci, Federico Buffa, Milva, Alessio Nebiolo, Rhaps dija Trio, Iva Zanicchi, Bruno Gambarotta, Gipo Farassino, Gianni Coscia, Giovanni Falzone. Ha prestato il suono della sua fisarmonica per Rai1,2,3, Canale 5, Rete4 e RSI svizzera. Recente vincitore del Primo Premio nel concorso per fisarmonicisti solisti “Rotary Milano”..
Ingresso libero

LA CASA DI ALEX ‑ LA CASA DEL ROCK PROGRESSIVO E DINTORNI- Via Moncalieri, 5 ‑ MILANO  (MI)
CINESTESIA IN CASA DI ALEX: NOSFERATU IL VAMPIRO (1922) REGIA DI F.W. MURNAU
COMMENTO SONORO LIVE DELLA BAND DI ROCK PSICHEDELICO BLUESFORCE
info:  333/7968861 ‑ http://www.alexetxea.it
Tessera associativa obbligatoria con validità annuale: 5 euro ‑ ingresso 10 euro
Sabato 30 Settembre riparte la rassegna CINESTESIA (il cinema muto suonato dal vivo) che tanto successo ha avuto la scorsa stagione.
Si comincia con un classicissimo:
NOSFERATU IL VAMPIRO (1922) regia di F.W. Murnau
commento sonoro live della band di rock psichedelico BlueSforce
Proseguono anche per questa stagione gli appuntamenti con CINESTESIA in Casa di Alex
La rassegna di film classici del cinema muto, con commento sonoro LIVE ad opera di una band di rock
psichedelico di 5 elementi, prende il via in questa stagione con un classicissimo.
NOSFERATU regia di F.W.Murnau (1922)
Inizio proiezione ore 21:30
Ai non tesserati Casa di Alex o a chi dovesse rinnovarla, a partire da questo evento, verrà data la nuova tessera valida fino a tutto il 2018
Si prega di portare la tessera anche se scaduta per facilitare le operazioni di rinnovo

ONSTAGE ‑ Via Soprani 16 ‑ CASTELFIDARDO (AN)
ATOM MADE EARTH
Gli Atom Made Earth sono un quartetto strumentale di Castelfidardo (AN). Musicalmente parlando, partono dal prog e lo contaminano con il post-rock, l’ambient, il doom e la psichedelia. Nei primi giorni del 2016 è uscito il loro secondo album “Morning Glory”..
Inizio concerto ore 23
Ingresso gratuito

CIRCOLO PICK WEEK ‑ Corso Novara 229 ‑ VIGEVANO (PV)
CONCERTO DEL MAESTRO PATRIZIO FARISELLI
Tastierista degli AREA, storico gruppo degli anni '70 con il cantante Demetrio Stratos , Patrizio Fariselli è un musicista e compositore che ha saputo proporre la propria creatività musicale con integrità ed indipendenza, riservando uno sguardo critico al passato e rivolgendosi con immediatezza alla contemporaneità.
La musica di Patrizio Fariselli è il frutto di numerosi linguaggi ed esperienze artistiche, dal rock al jazz, attraverso l'improvvisazione radicale e la musica contemporanea di matrice Cageana, ma anche la composizione per colonne sonore e musiche per l'infanzia.
Una musica ricca e al contempo immediata, un'apparente semplicità ne cela la complessità e la costante ricerca sperimentale, senza sfoggio di virtuosismi ma lasciando grande spazio alla suggestione.

CAFFÈ INTERNAZIONALE ‑ Via San Basilio 37 ‑ PALERMO (PA)
HOMUNCULUS RES
Il progetto Homunculus Res nasce alla fine del 2009 dall’unione d’intenti tra Dario D’Alessandro, autore di musica e testi, e i fratelli Di Giovanni, con la precisa volontà di giocare con tempi spezzati e arrangiamenti obliqui, traendo ispirazione dal suono di Canterbury e il pop psichedelico barocco, per arrivare a una forma di jazz-rock melodico, leggero ed ironico. Nella prima metà del 2012 vengono incise le tracce dei brani che andranno a costituire il primo album, Limiti all’eguaglianza della Parte con il Tutto, che, grazie all’interessamento di Marcello Marinone e al contributo di Paolo Botta, uscirà nel giugno 2013 per l’etichetta milanese Altrock, specializzata in avant-prog. Il disco viene accolto positivamente dalla critica e dagli appassionati del genere. Dopo qualche concerto e cambi di line-up, il gruppo ritorna nella seconda metà del 2014, a concentrarsi sulla produzione di nuovi brani per il secondo album, “Come si diventa ciò che si era” le cui registrazioni terminano nel maggio del 2015. Il disco, mixato da Paolo Botta, è stato pubblicato nuovamente da Altrock e presenta numerose collaborazioni di grandi musicisti tra i quali spiccano David Newhouse dei Muffins, Aldo De Scalzi dei Picchio dal Pozzo, Steve Kretzmer dei Rascal Reporters, Regal Worm, i francesi Alco Frisbass, Wyatt Moss-Wellington.
Inizio concerto ore 22

PIAZZA SAN SEBASTIANO ‑ Loc. Cirignano ‑ MONTESARCHIO (BN)
PFM ‑ PREMIATA FORNERIA MARCONI
Prosegue il cammino live della PFM. Dopo l’uscita di Mussida l’attuale formazione vede: Franz Di Cioccio, Patrick Djivas, Lucio Fabbri, Marco Sfogli, Alessandro Scaglione, Roberto Gualdi e Alberto Bravin.
Inizio concerto ore 21.30

TEATRO COMUNALE LE MUSE ‑ Viale Aldo Moro 109 ‑ FLERO (BS)
PHOENIX AGAIN
info:  030/2563173 ‑ www.teatrolemuse.it
Sabato 30 settembre, in occasione della seconda edizione del Concerto in ricordo degli Amici Musicisti Scomparsi, presso il Teatro Comunale “Le Muse” di Flero si terrà il concerto dei Phoenix Again.
I Phoenix Again sono una delle prime band neo-prog italiane, nata nel 1981, con all’attivo tre album in studio, “ThreeFour” , “Look Out” e “Unexplored”, da poco pubblicato e distribuito da Black Widow Records.
Nella stessa serata Shuffle Boys.
Inizio concerto ore 20.30
Ingresso gratuito

SUPERSONIC MUSIC CLUB ‑ Via A. Vici 20 ‑ FOLIGNO (PG)
THE WINSTONS
info:  supersonicfoligno@gmail.com ‑ 3664380447 – 3356552679 ‑ http://www..facebook.com/supersonicmusicclub
Sono un power trio basso, batteria, tastiere e voci dedito alla psichedelica e al culto dell’anarchia ancestrale. I loro grandi templi non sono lontani dal pianeta Gong: si stagliano nell’orizzonte di una Canterbury distrutta, a destra dalla tomba di Hugh Hopper dei Soft Machine e a sinistra di quella di Kevin Ayers. Navigano negli acquitrini maleodoranti del progressive, non curanti dello sporco che resta addosso ai vestiti. E chissenefrega, tanto nel rock’n’roll lo sporco diventa puro stile… Ma solo per l’effetto di un miraggio sembrano in territorio britannico, perché i tre pilastri che sorreggono la struttura sono uno a nord, uno a centro e uno nel sud della penisola italiana. Essi vivono nella stessa città ma non ha un nome pronunciabile senza che qualcuno non faccia una faccia strana. Dunque non la pronunceremo. Basti solo sapere che uno, quello alto, si chiama Rob Wintson, un altro, quello con i baffi, Linnon Winston e il terzo, quello strambo, Enro Winston. E quando sono assieme, anche solo per comprare le sigarette, da sempre, da ben prima di essere una band, erano spiritualmente una band perfetta.
Inizio concerto ore 23
Costo biglietto 5 euro

PIAZZA DEL SS. ROSARIO ‑ BORGIA (CZ)
UT NEW TROLLS
Gli UT New Trolls, capitanati da Gianni Belleno, continuano il loro viaggio musicale con la nuova formazione che vede Claudio Cinquegrana, Stefano Genti, Umberto Dadà, Nando Corradini e Claudio Tarantola. Nel 2015 è uscito l’album “è”.

BLOOM DI MEZZAGO ‑ Via Curiel, 39 ‑ MEZZAGO (MI )
VOIVOD
info:  039 623853 ‑ 039/6067351 ‑ Fax  039 6022742 ‑ www.bloomnet.org ‑ www.facebook.com/bloom.mezzago


Domenica 01/10

FOLKCLUB ‑ Via Perrone 3/BIS ‑ TORINO (TO)
VINICIO CAPOSSELA
info:  011/9561782 ‑ www.folkclub.it

MEI ‑ Piazza Del Popolo ‑ FAENZA (RA)
DONELLA DEL MONACO
Il Premio alla carriera a Opus AvanTra di DONELLA DEL MONACO, dato dalla rivista PROG ITALIA, verrà consegnato al MEI di Faenza il 1° ottobre in piazza del Popolo.
Oltre a Donella, sul palco si esibiranno Mauro Martello al flauto, Laura Balbinot al violoncello, Andrea De Nardi alle tastiere e Giorgio Cedolin alla batteria.
Accanto a Donella, il rapper CLAVER GOLD che ha riproposto la celeberrima canzone "Il pavone" di Opus AvanTra rappandola.
Inizio concerto dalle ore 16

PARROCCHIA SAN VITTORE ‑ Via San Vittore 1 ‑ LOCATE TRIULZI (MI)
JAZZ LAB ORCHESTRA
concerto jazz ore 16

KAOS RISTO PUB ‑ Via S. Caterina, 11 ‑ PEDARA (CT)
MALIBRAN
info:  3457306681

I VIZI DEL PELLICANO ‑ Via Ronchi Fosdondo 11 ‑ CORREGGIO (RE)
THE WINSTONS
Sono un power trio basso, batteria, tastiere e voci dedito alla psichedelica e al culto dell’anarchia ancestrale. I loro grandi templi non sono lontani dal pianeta Gong: si stagliano nell’orizzonte di una Canterbury distrutta, a destra dalla tomba di Hugh Hopper dei Soft Machine e a sinistra di quella di Kevin Ayers. Navigano negli acquitrini maleodoranti del progressive, non curanti dello sporco che resta addosso ai vestiti. E chissenefrega, tanto nel rock’n’roll lo sporco diventa puro stile… Ma solo per l’effetto di un miraggio sembrano in territorio britannico, perché i tre pilastri che sorreggono la struttura sono uno a nord, uno a centro e uno nel sud della penisola italiana. Essi vivono nella stessa città ma non ha un nome pronunciabile senza che qualcuno non faccia una faccia strana. Dunque non la pronunceremo. Basti solo sapere che uno, quello alto, si chiama Rob Wintson, un altro, quello con i baffi, Linnon Winston e il terzo, quello strambo, Enro Winston. E quando sono assieme, anche solo per comprare le sigarette, da sempre, da ben prima di essere una band, erano spiritualmente una band perfetta.
Inizio concerto ore 22
Costo biglietto 8 euro con tessera ARCI


Martedì 03/10

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA – SALA SANTA CECILIA ‑ Largo Luciano Berio ‑ ROMA (RM)
MARILLION
info:  06/80241281 ‑ 199/109783 ‑ www.auditorium.com
Dopo il concerto sold out di Verona dello scorso anno, i Marillion hanno deciso di tornare in Italia, prima Roma e poi Milano. Dal vivo il suono dei Marillion ha potenza e raffinatezza, non rinnega il passato e si abbevera al presente per entrare nel futuro. Il gruppo sta ottenendo straordinari consensi mondiali di pubblico e critica (primo posto nelle classifiche della rivista Prog UK in ogni categoria) con FEAR (acronimo di Fuck Everyone And Run, loro diciottesima opera in studio, edita il 23 settembre del 2016).
Sold out ovunque per i loro concerti… dice Steve Rothery: “Siamo davvero fortunati perché la risposta della gente è fantastica ovunque suoniamo, persino nei paesi non di lingua inglese. C’è qualcosa nella nostra musica che sembra abbattere ogni barriera linguistica”. La passione per la dimensione live è intensa anche in Steve Hogarth: “Il concerto è l’aspetto che preferisco del mio lavoro. La possibilità di condividere uno stato d’animo con quelli che capiscono le mie parole e, di conseguenza, anche me, persino quando non conoscono l’inglese. I fan sono talmente legati alla nostra musica che prima dei concerti leggono e approfondiscono le parole: pochi artisti possono vantare una relazione così personale con il proprio pubblico. Ho avuto il privilegio di suonare davanti a 80.000 persone ma anche davanti a 200… l’ho apprezzato allo stesso modo”.
Questo viaggio tra “suoni e visioni” li ha resi tra gli alfieri più credibili del rock negli ultimi decenni, oltre le frontiere stilistiche… sono stati capaci di attraversare indenni gli anni 80, scalando le classifiche internazionali, e creare, album dopo album, concerto dopo concerto, una dimensione unica, personale e inconfondibile… immagine nella sostanza delle proposte artistiche. E che dire dei 30 milioni di dischi venduti? Un traguardo pazzesco e reso ancora più difficile dalla loro intransigenza verso l’industria musicale negli ultimi 20 anni… ma i fan li amano incondizionatamente anche per questa loro voglia di libertà… Oggi distribuiscono i propri lavori in tutto il mondo, mantenendone il completo controllo grazie anche al supporto del pubblico (sono stati tra i pionieri del crowfunding).
In questi due concerti, rispetto a Verona 2016, il repertorio avrà una maggiore presenza dei brani di FEAR, alcuni suonati per la prima volta in Italia, ma non mancheranno, ovviamente, i tanti classici che li hanno resi immortali.
Inizio concerto ore 21
Costo biglietti da 20 a 46 euro


Mercoledì 04/10

TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI ‑ Viale Dell'innovazione, 1 ‑ MILANO (MI)
MARILLION
info:  02/641142212‑214 ‑ www.teatroarcimboldi.org
Dopo il concerto sold out di Verona dello scorso anno, i Marillion hanno deciso di tornare in Italia, prima Roma e poi Milano. Dal vivo il suono dei Marillion ha potenza e raffinatezza, non rinnega il passato e si abbevera al presente per entrare nel futuro. Il gruppo sta ottenendo straordinari consensi mondiali di pubblico e critica (primo posto nelle classifiche della rivista Prog UK in ogni categoria) con FEAR (acronimo di Fuck Everyone And Run, loro diciottesima opera in studio, edita il 23 settembre del 2016).
Sold out ovunque per i loro concerti… dice Steve Rothery: “Siamo davvero fortunati perché la risposta della gente è fantastica ovunque suoniamo, persino nei paesi non di lingua inglese. C’è qualcosa nella nostra musica che sembra abbattere ogni barriera linguistica”. La passione per la dimensione live è intensa anche in Steve Hogarth: “Il concerto è l’aspetto che preferisco del mio lavoro. La possibilità di condividere uno stato d’animo con quelli che capiscono le mie parole e, di conseguenza, anche me, persino quando non conoscono l’inglese. I fan sono talmente legati alla nostra musica che prima dei concerti leggono e approfondiscono le parole: pochi artisti possono vantare una relazione così personale con il proprio pubblico. Ho avuto il privilegio di suonare davanti a 80.000 persone ma anche davanti a 200… l’ho apprezzato allo stesso modo”.
Questo viaggio tra “suoni e visioni” li ha resi tra gli alfieri più credibili del rock negli ultimi decenni, oltre le frontiere stilistiche… sono stati capaci di attraversare indenni gli anni 80, scalando le classifiche internazionali, e creare, album dopo album, concerto dopo concerto, una dimensione unica, personale e inconfondibile… immagine nella sostanza delle proposte artistiche. E che dire dei 30 milioni di dischi venduti? Un traguardo pazzesco e reso ancora più difficile dalla loro intransigenza verso l’industria musicale negli ultimi 20 anni… ma i fan li amano incondizionatamente anche per questa loro voglia di libertà… Oggi distribuiscono i propri lavori in tutto il mondo, mantenendone il completo controllo grazie anche al supporto del pubblico (sono stati tra i pionieri del crowfunding).
In questi due concerti, rispetto a Verona 2016, il repertorio avrà una maggiore presenza dei brani di FEAR, alcuni suonati per la prima volta in Italia, ma non mancheranno, ovviamente, i tanti classici che li hanno resi immortali.
Inizio concerto ore 21


Costo biglietti da 25 a 35 euro