giovedì 29 novembre 2018

TOUR DATES 29 NOVEMBRE ‑ 05 DICEMBRE 2018, di Zia Ross


Nuova settimana fitta di bei concerti.
Ciao a tutti...



Giovedì 29/11

MULTISALA TROISI ‑ Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa ‑ SAN DONATO MILANESE (MI)
RÊVERIE @ SDMFORWOMEN
info:  0255604225
Il progetto Rêverie, creato dal compositore e chitarrista Valerio Vado, con il suo sound “ethno-progressive”,ad un evento contro la violenza sulle donne

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA ‑ Via Pietro De Coubertin ‑ ROMA (RM)
EDOARDO BENNATO IN PINOCCHIO & CO. TOUR 2018
info:  06/80241281 ‑ 199/109783 ‑ www.auditorium.com

CINEMA TEATRO MPX ‑ Via Bonporti, 22 ‑ PADOVA (PD)
RICHARD GALLIANO
MUSIKE
info:  0498774325 ‑ http://multisalampx.it ‑ mpx@multisalampx.it

HIROSHIMA MON AMOUR  ‑ Via Bossoli 83, Zona Lingotto Stazione Torino Sud  ‑ TORINO (TO)
ÜSTMAMÒ
Venticinque anni di carriera, varie collaborazioni, lo scioglimento, la riunione (senza la voce di Mara Redeghieri, che ora si esibisce da solista), ora gli Üstmamò hanno un disco nuovo da presentare, "IL GIARDINO CHE NON VEDI".
Ingresso 10 euro + prevendita
Prevendite disponibili qui : http://bit.ly/USTMAMO_Prevendita
Opening act : Emiliano Mazzoni song


Venerdì 30/11

DRUSO ‑ Via Locatelli, 17 ‑ REDONA (BG)
BUD SPENCER BLUES EXPLOSION
info: 327/2383355 ‑ 338/9892465 ‑ http://www.drusocircus.it

POP & LOW ‑ Via Claudio Luigi Berthollet 25 ‑ TORINO (TO)
EGOKID

TAVERNA BUKOWSKI ‑ Via Giovanni Da Procida 13/15 ‑ PALERMO (PA)
PAUL TEGLIA & THE GOODMAKERS OF SHIT
La programmazione della Taverna Bukowski si infittisce e sta diventando qualcosa di sempre più serio e scottante, questo fine settimana sarà una bomba difficile da dimenticare negli annali dei fine settimana palermitani! Dopo i fasti dello scorso fine settimana con Velaut ed Herself, Sasime Records propone al nostro attento pubblico due appuntamenti veramente imperdibili e rari. Venerdì 30 con il redivivo progetto Jazz Art Rock Paul Teglia & the goodmakers of shit, capitanati dal pianista Leo Mittelkopf e Sabato 1 dicembre con la band forse più acclamata del Rock "canterburiano" di casa nostra, ovvero, gli Homunculus Res, capitanati da Doriano Budella.

HOME ROCK BAR ‑ Via Fonderia, 73 ‑ TREVISO (TV)
MODENA CITY RAMBLERS
info:  0422/697086 ‑ http://www.homerockbar.com

SPAZIOZ ‑ Via Violante Del Prete 7 ‑ CATTOLICA (RN)
PAOLO TARSI
Paolo Tarsi, musicista, compositore e produttore, presenta il suo nuovo album “A Perfect Cut in the Vacuum”. Con lui Violres.
Inizio evento ore 21

CLUB IL GIARDINO LUGAGNANO ‑ Via Cao Del Prà, 82  ‑ LUGAGNANO (VR)
GORDIE TENTRESS E JAXON HALDANE (BLUEGRASS)
Nota: per l’ingresso è obbligatorio tesserarsi al club al costo di 10 euro; in più è previsto un contributo variabile per il concerto. Per tutti i dettagli contattare il Club Il Giardino
Gordie Tentrees canadese e Jaxon Haldane da Winnipeg, un duo incredibile sul palco per il vero bluegrass con un alternanza di strumenti incredibile, per gli amanti del genere ma soprattutto per gli appassionati di musica di qualità.

CONSERVATORIO DI MUSICA G. NICOLINI ‑ Via S. Franca 35 ‑ PIACENZA (PC)
NORTH SEA RADIO ORCHESTRA PLAYS ROCK BOTTOM
PIACENZA MUSIC PRIDE
L’unica data italiana per la North Sea Radio Orchestra sarà a Piacenza! Esattamente venerdì 30 novembre al Nicolini a partire dalle 21. 
“North Sea Radio Orchestra plays Rock Bottom” Rock Bottom 
Naufragando tra linguaggi e semantiche, questa è la storia di un viaggio iniziatico compiuto da Robert Wyatt all'interno di se stesso, dopo essere precipitato dal terzo piano dell’appartamento di un’amica, durante una festa, a Maida Vale, nel cuore residenziale di Londra ed essersi spezzato la spina dorsale, restando paralizzato. Ma la storia non inizia a Londra bensì in una Giudecca sferzata dai venti invernali, in un vecchio ospitale. Wyatt è solo. Considerato uno dei più grandi batteristi della scena alternativa britannica, prima con i Soft Machine e poi con i Matching Mole, ora non può più suonare il suo strumento. Ha toccato il fondo (rock bottom): della vita da rockstar fatta di alcool e droghe soprattutto. Ma la connessione, nella laguna veneta trasfigurata, avviene anche dell’altro rock bottom, il fondale roccioso del mare che copre nascondendo e pur non nascondendo giacchè le acque sono trasparenti. Raccogliendo attorno a sé il gotha dell’avanguardia inglese tra rock e jazz, da Mongezi Feza a Mike Oldfield e Fred Frith, Robert Wyatt scrive un’opera dal valore introspettivo eppure universale. Osserva il Rolland: “Raramente l’opera d’arte si fonde con la vita del suo autore, quasi non esistesse più alcun confine tra le due esistenze: in fondo il calvario personale di Wyatt, incidente- convalescenza-resurrezione, non potrebbe essere visto come il viaggio metafisico del David di “2001” al pari della sua opera? Quante volte questa triade ha generato arte? Nei dipinti di Caravaggio, negli ultimi Quartetti per archi di Beethoven, nel romanzo “Delitto e Castigo” di Dostoevskij e, infine, in “Rock Bottom”, le anime multiformi dei loro autori, le cui intime tragedie erano precluse a chi li circondava, avevano bisogno “dell’onda increspata dei [loro] sentimenti, dei [loro] slanci, delle [loro] speranze frustrate, delle [loro] rivolte, della [loro] malinconia e, nonostante tutto, della [loro] volontà di potenza e di gioia; aveva[no] bisogno della polifonia più agile e più intima.”Su Rock Bottom, album metafisico, simbolista e dalle mille allegorie, considerato dalla critica colta musicale come probabilmente uno dei migliori se non il più alto esempio di musica pop mai scritta, una vera e propria opera d’arte, sono state tenute decine di tesi di laurea. Ma ciò che più colpisce è la sensazionale carica emozionale ed emotica che ancora oggi a 45 anni di distanza comuni- ca. L’opera si apre con una canzone, “Sea Song”, straordinariamente potente: una struggente, inquietante, disperata, fragile, urlata e delicata canzone d’amore. “Rock Bottom” rappresenta la definitiva chiusura di un’epoca, tanto per l’uomo Wyatt quanto per la storia della musica popolare. È il fulcro inevitabile della storia del rock e ogni giudizio su ciò che c’era prima e ciò che è venuto poi va in un modo o nell'altro ricondotto a questo disco. Ancora oggi esso è acclamato come uno dei migliori dischi rock mai prodotti, vincitore, nel ‘74, del French Grand Prix “Charles Cros” Record of the Year Award ed è il disco per il quale Robert Wyatt riceve quotidianamente innumerevoli testimonianze di affetto e dedizione da tutto il mondo. Rock Bottom vede la luce tramite la Virgin Records il 26 luglio 1974. 
«In prospettiva, l’opera di Robert Wyatt rappresenta un monumento artistico che si può collocare tra i vertici della musica del ventesimo secolo.»(Piero Scaruffi) 
Robert Wyatt, nome completo Robert Wyatt-Ellidge (Bristol, 28 gennaio 1945), è un batterista, cantante, tastierista, compositore e percussionista inglese. Fu membro fondatore dei Soft Machine, una delle band più importanti del progressive rock e pioniera del movimento musicale noto come scena di Canterbury. Ha partecipato ai primi quattro album del gruppo, lasciandolo nell'agosto del 1971 per fondare i Matching Mole (pronunciato alla francese, ancora la macchina molle), altra band della scena di Canterbury. In seguito ad un incidente occorsogli il 1º giugno 1973, rimase paralizzato dalla vita in giù; da quel momento condusse vita ritirata, dedicandosi alla sperimentazione e alla ricerca musicale da solista, alla collaborazione con altri artisti, alla promozione di giovani talenti e all'impegno politico. Per i più curiosi, di seguito una presentazione dei musicisti che prenderanno parte all'esecuzione.
NORTH SEA RADIO ORCHESTRA
La North Sea Radio Orchestra è un ensemble inglese dedito al crossover tra diversi generi musicali: classica contemporanea, jazz, folk britannico e rock psichedelico e sperimentale. Il suo leader fondatore, il chitarrista e compositore Craig Fortnam, originario di Kingston Upon Thames, al sud di Londra, è l’unico elemento stabile, variando la composizione e la dimensione dell’orchestra secondo il bisogno. Oltre a veicolare la propria musica, acclamata dalla critica, Craig ha performato opere di poeti e in particolare ha trionfato al Festival della Musica Contemporanea di Lione con un proprio arrangiamento del capolavoro di Robert Wyatt ‘Rock Bottom’. In quella occasione la band si arricchisce dalla presenza al basso del collaboratore di Wyatt, fondatore degli Henry Cow, la leggenda vivente John Greaves al basso e alla voce. Brian Eno, con il quale alcuni membri oltre a Greaves hanno collaborato, definisce la North Sea Radio Orchestra come uno degli ensemble migliori sulla scena inglese alternativa contemporanea.
La formazione:
Craig Fortnam
Cheb Nettles (Gong)
Harry Escott
William D Drake (ex Cardiacs)
Luke Crookes
Nicky Baigent
John Graves
John Greaves è un bassista, cantante e compositore gallese. Noto per la sua militanza in Henry Cow e National Health, importanti band di rock progressivo della scena di Canterbury, Greaves si è distinto anche nella carriera solista e nelle collaborazioni con diversi musicisti di livello internazionale. Nel 1967 si trasferì a studiare nella città inglese universitaria di Cambridge, dove nel 1969 entrò a far parte degli Henry Cow. La band si era formata l’anno precedente e nel giro di pochi anni sarebbe diventata uno dei maggiori esponenti dell’avant-progressive rock britannico. Nei primi due anni conciliò l’attività musicale con lo studio, ottenendo nel 1971 il Master of Arts universitario. Rimase fino al 1976 con gli Henry Cow, che con Greaves effettuarono diversi tour e pubblicarono 5 album. Nel biennio 1974-1975, gli Henry Cow svilupparono una fitta collaborazione con gli Slapp Happy, che portò alla realizzazione degli album Desperate Straights e In Praise of Learning, attribuiti ad entrambi i gruppi. La conoscenza di Peter Blegvad, chitarrista statunitense degli Slapp Happy, aveva nel frattempo segnato una svolta nella carriera di Greaves, che nel 1976 lasciò gli Henry Cow e raggiunse Blegvad a New York. Nella metropoli americana, i due si unirono alla cantante Lisa Herman ed incisero Kew. Rhone., accreditato a tutti e tre i musicisti. L’album fu registrato negli studi di Carla Bley e Michael Mantler, che parteciparono al disco. Nella sua prestigiosa carriera John ha collaborato e suonato nei dischi e dal vivo con Robert Wyatt, Mike Oldfield, Michael Nyman, National Health, Slapp Happy, Carla Bley, Soft Heap, Love Of Life Orchestra e tanti altri ancora. E’ in uscita in questi giorni l’album “Life Size” per la Manticore Records.
ANNIE BARBAZZA
«Annie ha semplicemente la più bella voce femminile che io abbia mai sentito.» (Greg Lake) A soli 25 anni Annie Barbazza, vero astro nascente della scena progressive internazionale, può vantare un curriculum di tutto rispetto. Polistrumentista, cantautrice, ma soprattutto vocalist di eccezionale talento, è fresco di stampa un suo album per la mitica , l’etichetta di Emerson, Lake & Palmer (che ha in passato prodotto altri artisti italiani come la PFM e il Banco), sotto la co-produzione di Greg Lake, “Moonchild” realizzato assieme al pianista Max Repetti. Annie ha suonato dal vivo e collaborato con personaggi del calibro di Bernardo Lanzetti, Greg Lake, John Greaves, Robyn Hitchcock, Paul Roland e altri ancora. Ha cantato dal vivo ospite di Lake stesso, di Eugenio Finardi, Paolo Tofani, Osanna e addirittura degli Area che la hanno voluta come vocalist per il loro concerto di addio; con John Greaves si è esibita al mitico Café Oto a Londra aprendo al Peter Blegvad Trio; ha poi condiviso il palco con Peter Hammill, Ian Paice Band, James Blackshaw, Andy Irvine, Strawbs, Carl Palmer Band e tanti altri ancora.
Ingresso € 10
Prevendita: Alphaville Piacenza

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.Re Isola ‑ MILANO (MI)
NICK THE NIGHTFLY 5TET
Ore 21.00/23.30


Sabato 01/12

CINEMA TEATRO AMBRA ‑ Via Archivolto Del Teatro, 11 ‑ ALBENGA (SV)
EUGENIO FINARDI GIUVAZZA
FINARDIMENTEINDUO
info:  018251419 ‑ https://www.facebook.com/Cinema.Ambra/
In attesa di riprendere nel 2019 il tour di FINARDIMENTE, ho deciso di lasciare spazio a qualche appuntamento più intimo in duo acustico con Giuvazza.”

RIVOLTA ‑ VIA FRATELLI BANDIERA 45 ‑ VENEZIA (VE)
BUD SPENCER BLUES EXPLOSION
info:  389/8594866 ‑ http://www.rivoltapvc.org

TEATRO ZANCANARO ‑ Viale Zancanaro, 26 ‑ SACILE (PN)
FATOUMATA DIAWARA
IL VOLO DEL JAZZ
info:  0434/780623 ‑ http://www.teatrozancanaro.it

TEATRO MIELA ‑ PIAZZA DUCA D'ABRUZZI 3 ‑ TRIESTE (TS)
MASSIMO PRIVIERO
info:  040/365119 ‑ http://www.miela.it ‑ teatro@miela.it

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.Re Isola ‑ MILANO (MI)
NICK THE NIGHTFLY 5TET FEAT. TONY MOMRELLE
Ore 21.00/23.30

LA CASA DI ALEX ‑ LA CASA DEL ROCK PROGRESSIVO E DINTORNI ‑ Via Moncalieri, 5  ‑ MILANO  (MI)
F.E.M. (FORZA ELETTRO MOTRICE)
PRESENTAZIONE NUOVO ALBUM”
info:  333/7968861 ‑ http://www.alexetxea.it
Tessera associativa obbligatoria con validità annuale: 5 euro.
I F.E.M. tornano in Casa di Alex per una serata tutta dedicata alla presentazione dell’attesissimo secondo album in studio. Dopo alcuni anni dall’uscita del primo disco, e dopo un lungo percorso di maturazione che ha visto anche alcuni cambiamenti nella formazione originaria, la band milanese è finalmente giunta alla pubblicazione del loro secondo lavoro discografico, frutto di un meticoloso lavoro per quanto riguarda la composizione e la produzione. Il disco, in uscita in autunno, sarà disponibile in sala in occasione del concerto.
Inizio concerto ore 21.30
Costo biglietto 10 euro per i soci (tessera associativa obbligatoria con validità annuale: costo 5 euro)

TEATRO Q77 ‑ Corso Brescia 77 ‑ TORINO (TO)
ARCA PROGJET E STEREOTOMY
Questa sera gli Arca Progjet, gruppo prog torinese, presenteranno il loro nuovo album, mentre gli Stereotomy – The Alan Parsons Project Tribute Band, si esibiranno con il loro spettacolo di musica e immagini “Eye in the Sky-Emozioni oltre il cielo”.
Inizio concerti ore 21
Costo biglietto 10 euro

CLUB IL GIARDINO LUGAGNANO ‑ Via Cao Del Prà, 82  ‑ LUGAGNANO (VR)
KAPREKAR'S CONSTANT
Nota: per l’ingresso è obbligatorio tesserarsi al club al costo di 10 euro; in più è previsto un contributo variabile per il concerto. Per tutti i dettagli contattare il Club Il Giardino
I Kaprekar's Constant sono:
David Jackson (Van Der Graaf Generator): fiati
Dorie Jackson : voce
Alistar Nicholson: chitarra acustica ed elettrica, chitarra classica, mandolino, tastiere
Nicholas Jefferson: basso, chitarra elettrica, tastiere
Michael Westergaard (The Blessing): tastiere, piano, voce
William Jefferson: voce
Mark Walker: percussioni
"Una Band? un progetto? una collaborazione di scrittura? Forse tutto questo. Ci piace pensarci come un collettivo. Ciascuno di noi ha anche altri interessi ma, quando si lavora all'interno della struttura che la musica impone, ogni elemento contribuisce appassionatamente all'entità creativa che è Kaprekar's Constant."
In esclusiva e per la prima volta in Italia il supergruppo dei Kaprekar’s Costant al Giardino.
Inizio concerto ore 21.30

DEFRAG ‑ Via Delle Isole Curzolane 75 ‑ ROMA (RM)
L’IRA DEL BACCANO
info:  0664495085 ‑ www.associazionedefrag.com
La band romana de L’Ira del Baccano unisce nella propria musica diverse influenze e ispirazioni: il doom dei Black Sabbath, la psichedelia di gruppi come Pink Floyd e Hawkwind, l’heavy-prog dei Rush e la libertà esecutiva e “attitudine” live delle jam band come i Grateful Dead. Nel 2014 è uscito il secondo album “Terra 42”, mentre lo scorso anno la band ha pubblicato “Paradox Hourglass”. Il 2018, invece, vede il decennale dell’esordio discografico e la pubblicazione, in vinile, di “Si non sedes is…Live”.

SPAZIO TEATRO 89 ‑ Via Fratelli Zoia 89 ‑ MILANO (MI)
OSVALDO DI DIO
RASSEGNA “MILANO BLUES 89”
info:  0240914901 ‑ Info@Spazioteatro89.Org ‑ Www.Spazioteatro89.Org
La rassegna “Milano Blues 89” proseguirà allo Spazio Teatro 89 con altri nove appuntamenti in programma fino al prossimo mese di aprile, con artisti di primo piano della scena internazionale e con alcuni dei gruppi più rappresentativi del panorama italiano.
Biglietti: 13 euro intero; 10 euro ridotto (under 25, over 65, convenzioni Arci, Feltrinelli, socio Coop, Touring Club Italia, IBS, Coop Degradi).
ore 21.30

ALVARADO STREET ‑ Via Attilio Mori 27 ‑ ROMA (RM)
RED LIGHT SKYSCRAPER, IL GIARDINO DEGLI SPECCHI E APNEA INTO THE RADIO
Serata all'insegna del Post-Rock / Shoegaze con Red Light Skyscraper, Il Giardino degli Specchi e Apnea Into The Radio.
Inizio concerti ore 21
Costo biglietto 5 euro

BLOOM MEZZAGO ‑ VIA CURIEL 39 ‑ MEZZAGO (MB)
RINUNCI A SATANA?
info:  039/623853 ‑ 039/6067351 ‑ 039/623853 ‑ http://www.bloomnet.org ‑ info@bloomnet.org
Rinunci a Satana? è un power duo del milanese nato nel 2013 dalla commistione tra: Damiano Casanova (Il Babau e i maledetti cretini) alla chitarra e Marco Mazzoldi (Fuzz Orchestra e Bron y Aur) alla batteria. Suona un hard/heavy-rock strumentale scheletrico, datato e demodé. Con piedi ben saldi nelle paludi del folk-blues e testa per aria, a ciondolare nell’etere della psichedelia e del progressive. Nel 2015 è uscito il primo omonimo album, mentre il 2018 è contrassegnato dal nuovo lavoro “Blerum Blerum”.
Inizio concerti ore 22
Costo biglietto 5 euro

CHIESA PARROCCHIALE ‑ BASALUZZO (AL)
NIGHT & DAY
ASPETTANDO NATALE, CON SAINT NICHOLAS GOSPEL CHOIR
Ore 21
Paolo Gemma (voce) ‑ Franco Taulino (voce e flauto) ‑ Alessandro Toselli (pianoforte) ‑ Gianni Robotti (fiati)

TAVERNA BUKOWSKI ‑ Via Giovanni Da Procida 13/15 ‑ PALERMO (PA)
HOMUNCULUS RES
La programmazione della Taverna Bukowski si infittisce e sta diventando qualcosa di sempre più serio e scottante, questo fine settimana sarà una bomba difficile da dimenticare negli annali dei fine settimana palermitani! Dopo i fasti dello scorso fine settimana con Velaut ed Herself, Sasime Records propone al nostro attento pubblico due appuntamenti veramente imperdibili e rari. Venerdì 30 con il redivivo progetto Jazz Art Rock Paul Teglia & the goodmakers of shit, capitanati dal pianista Leo Mittelkopf e Sabato 1 dicembre con la band forse più acclamata del Rock "canterburiano" di casa nostra, ovvero, gli Homunculus Res, capitanati da Doriano Budella.

TEATRO GELSOMINO ‑ Via Don Bosco, 25 ‑ AFRAGOLA (NA)
AFRAKA’ ROCK FESTIVAL 2018:
ALDO TAGLIAPIETRA & BAND
SAINT JUST DI JENNY SORRENTI
info:  AFRAKA’ ROCK FESTIVAL 2018 ‑ INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI ‑ PRENOTATEVI AI NUMERI 081.8527588 ‑ 3668216200 ‑ O MAIL festival@afraka.it
Riprende dopo alcuni anni di interruzione l’AFRAKA’ ROCK FESTIVAL, "creatura" di Lino Vairetti degli Osanna. Questa è solo la prima serata, a cui ne seguiranno altre altrettanto eclatanti.


Domenica 02/12

CAFFÈ LETTERARIO DI ROMA ‑ Via Ostiense 95 ‑ ROMA (RM)
DUO ALVITI & PAPOTTO
Questa domenica 2 Dicembre 2018 alle ore 18.30 il Duo Alviti & Papotto eseguirà alcuni brani del proprio repertorio musicale in occasione della presentazione della rivista letteraria “Achab” che si terrà presso il Caffè Letterario di Roma, in Via Ostiense 95. Alla serata interverranno Carlo Verdone, Filippo La Porta, Emanuela Cocco, Maria Rosaria Vado e Nicola Vicidomini. Ingresso Libero.

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.Re Isola ‑ MILANO (MI)
NAIM – A CROONER’S NIGHT
Ore 21.00

SALA CIVICA RADIO ‑ Vicolo Comunale ‑ MEDA (MI)
F.E.M. (FORZA ELETTRO MOTRICE)
Dopo alcuni anni dall'uscita del primo disco, e dopo un lungo percorso di maturazione che ha visto anche alcuni cambiamenti nella formazione originaria, la band milanese è finalmente giunta alla pubblicazione del loro secondo lavoro discografico, frutto di un meticoloso lavoro per quanto riguarda la composizione e la produzione.


Lunedì 03/12

WALLY'S PUB ‑ Via Fratelli Daniele E Pietro Baiardi, 1 ‑ TORTONA (AL)
ANDREA VERCESI "SOLOACUSTICO" LIVE
info:  3468917532


Martedì 04/12

LE ROI ‑ Via Stradella, 8 ‑ TORINO (TO)
I CAMALEONTI, DIK DIK
info:  011/2409241 –338/1847458 ‑ http://www.leroi.torino.it
Voglia di anni '60? Rispolverate minigonne e basettoni, ecco per voi due dei più famosi complessi italiani di quel periodo.

TEATRO GOLDEN ‑ Via Terrasanta, 60 ‑ PALERMO (PA)
WILL HUNT, STEF BURNS, CLAUDIO GOLINELLI
info:  011/2409241 ‑ 338/1847458 ‑ http://www.leroi.torino.it

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.Re Isola ‑ MILANO (MI)
ALTI & BASSI
Ore 21.00

SPAZIOMUSICA ‑ Via Faruffini 5 ‑ PAVIA (PV)
CINESTESIA:
AELITA – REGINA DI MARTE, DI YAKOV PROTAZANOV (URSS 1924)
PRENOTAZIONI: Spaziomusicapavia@Gmail.Com ‑ SMS/WhatsApp: 3200629556
Da oltre un decennio i Cinestesia sonorizzano dal vivo i grandi classici del cinema muto con una colonna sonora moderna (in fin dei conti sono una rock band), improvvisata ed eccentrica che si muove tra blues, post-rock, funk, ambient ed elettronica. Nell’occasione accompagneranno le immagini del film Aelita – Regina di Marte di Yakov Protazanov (URSS 1924).
Inizio evento ore 21.30
Costo biglietto 3 euro

THE ALCHEMIST PUB ‑ Via Dei Cappuccini, 71A ‑ Empoli (FI)
THE FORTY DAYS
info:  0571920594 ‑ Https://Www.Thealchemistpub.It/
I The Forty Days sono un gruppo progressive rock di Pisa/Livorno, principalmente influenzati da gruppi quali Pink Floyd, Marillion, Calibro 35, Jethro Tull, Led Zeppelin, Genesis, Porcupine Tree. Nati alla fine del 2014, dopo qualche cambio di formazione nel 2016 intensificano l’attività live, iniziando allo stesso tempo la preparazione del loro primo disco, “The Colour of Change“, un concept album che parla di situazioni, pensieri e paure di un uomo alla soglia dei 30 anni nella nostra epoca, pubblicato il 28 ottobre 2017.


Mercoledì 05/12

OFFICINA72 ‑ Via D'Annunzio ‑ AGROPOLI (SA)
WILL HUNT, CLAUDIO GOLINELLI, STEF BURNS
info:  3333981448 ‑ officina72agropoli@gmail.com

TEATRO SOCIALE "DELIA CAJELLI" ‑ Via Dante Alighieri, 20 ‑ BUSTO ARSIZIO (VA)
IAN PAICE (BATTERISTA DEEP PURPLE) IN CONCERTO
info:  0331679000 ‑ info@teatrosociale.it
IAN PAICE (batterista DEEP Purple) in concerto
Organizzato da WOODinSTOCK e Teatro Sociale "Delia Cajelli"
Mercoledì 5 dicembre 2018 dalle ore 21:00 alle 23:00

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.Re Isola ‑ MILANO (MI)
MARCO PACASSONI GROUP FEAT. PETRA MAGONI & GREG HUTCHINSON
Ore 21.00

Nessun commento:

Posta un commento