domenica 25 giugno 2017

GLI ALBUM E GLI EVENTI DEL 1969: se ne parlerà il 29 giugno al GIARDINO SERENELLA DI SAVONA


Sms Fornaci Giardino Serenella-Savona
C.so Vittorio Veneto 73r

Giovedì 29 giugno

Ultima puntata estiva… 
si ricomincia a settembre!

GLI ALBUM E GLI EVENTI DEL 1969

Il 1969 non è solo l’anno delle rivolte e del primo uomo sulla luna; sono 12 mesi densissimi a livello musicale, probabilmente un momento chiave per l’intera musica pop/rock, innanzitutto per i colossali Festival all’aperto, fra i quali devono esserne ricordati almeno due: Woodstock, celebrazione per antonomasia della controcultura e del sogno hippie di “pace, amore e musica”, e il suo contraltare Altamont, successivo di pochi mesi; il 6 dicembre, fra violenze di ogni tipo sfociate in tre ‘morti accidentali’ e un omicidio vero e proprio, verrà posta la pietra tombale sugli anni Sessanta. D’altra parte i delitti commessi nel corso dell’estate dalla comune nota come “Manson Family” e guidata da un ex ‘guru’ del movimento ‘flower power’ come Charles Manson non erano stati esattamente un segnale incoraggiante. Al di là degli eventi più clamorosi, però, il 1969 rimarrà nella storia per una proliferazione incredibile di idee sonore. La psichedelia, con gli ultimi capolavori di Jefferson Airplane, Quicksilver Messenger Service e soprattutto Grateful Dead vivrà il suo picco estremo, prima di sciogliersi in altre forme che daranno linfa e nutrimento al nascente progressive, dominatore di buona parte del rock nella prima metà degli anni Settanta e che nel debutto dei King Crimson rivela già uno dei suoi episodi più riusciti ed immaginifici. Ma c’è molto altro: il folk rock trova nuovi stimoli con Fairport Convention in Inghilterra e con Crosby, Stills & Nash in America, mentre dal blues rock sempre più pesante nasce in via definitiva l’hard rock, grazie ai primi due LP dei Led Zeppelin, pietre miliari pure per lo sviluppo dell’heavy metal.
Di tutto questo si parlerà giovedì 29 giugno a Savona, Giardino Serenella, secondo appuntamento tra amici, musicisti, musicofili e curiosi.

Non resta che… partecipare, il luogo è conosciuto e si presta particolarmente alla socializzazione…  non solo musica!

Spargete la voce, il passaparola mirato a chi potrebbe essere interessato funziona sempre.



Nessun commento:

Posta un commento