giovedì 21 novembre 2019

Tacita Intesa: un video profumato di Giappone


Nel prossimo numero di MAT2020 si parlerà, anche, dei Tacita Intesa, nome del progetto musicale di Alessandro Granelli (voce, chitarra), Filippo Colongo (chitarra, cori), Thomas Crocini (basso), Daniele Stocchi (tastiere) e Davide Boschi (batteria, cori).

Anticipiamo la loro storia…

La band nasce nel 2012, tra ventenni della provincia di Arezzo appassionati di Progressive Rock. Con Pasquale Balzano alla batteria, dopo un periodo di crescita musicale, composizione ed esibizioni (Mengo Music Fest), viene registrato e rilasciato indipendentemente, nel Giugno del 2014, il primo omonimo album che lancia la band nella scena progressiva italiana.

La musica dei Tacita Intesa è imprevedibile: accosta riff aggressivi, ritmi incalzanti e melodie spaziali, con testi, in italiano, che si adattano alle sognanti linee melodiche, il tutto con la giusta dose di tempi dispari. Il primo disco riceve pareri positivi anche da fuori Italia, e da molti siti web come HamelinProg, DPRP, ProgArchives (il “Grande Salone” del progressive rock), con ottime valutazioni e recensioni. Oltre alle vendite locali, 200 dischi vengono spediti nel territorio nazionale e soprattutto all’estero.

Il 2014 vede anche l’uscita di Pasquale dal gruppo, che porta all’entrata del talentuoso batterista Davide Boschi, giungendo così alla formazione attuale.
Fino alla fine del 2017 il gruppo si dedica alla composizione di nuovi brani con una più matura attenzione al suono, ai dettagli e ad uno stile ben inquadrato. Non mancano comunque i concerti, con date anche fuori dalla provincia.

Nei primi mesi del 2018 i Tacita Intesa sono impegnati nella realizzazione del loro secondo album, la cui parte strumentale viene registrata in presa diretta al The Garage Studio di Civitella in Val di Chiana (AR), mentre la voce e a seguire il mixaggio presso il Rooftop Studio di Arezzo. Ad agosto parte la campagna su Musicraiser per finanziare la stampa di FARO, che termina il 23 Settembre rivelandosi un successo. Adesso FARO è disponibile sulle principali piattaforme streaming (Spotify, GooglePlay, Amazon Music, Shazam, Youtube) insieme al suo predecessore e la versione fisica può essere acquistata tramite la pagina Bandcamp (https://tacitaintesa.bandcamp.com).

Il disco ha riscontrato notevole successo in Italia e all’estero, tanto che la band è stata invitata in Giappone per due date: il 10/10/2019 a Osaka e il 12/10/2019 a Tokyo per il Prog Tokyo Festival.

Discografia in breve

Tacita Intesa producono in maniera completamente indipendente il primo disco omonimo, registrato presso il Fudo Recording Studio di Arezzo, pubblicato nel giugno 2014 e ristampato per esaurimento scorte l’anno successivo.

Il secondo album, FARO, è frutto di un meticoloso lavoro durato 4 anni. La parte strumentale è stata registrata nel Gennaio del 2018 presso il The Garage Studio di Civitella in Val di Chiana (AR) mentre la voce e il mixaggio presso il Rooftop Studio di Arezzo. La stampa dell’album è stata finanziata tramite una campagna di raccolta fondi terminata nel Settembre 2018 rivelandosi un successo: fondi sono arrivati da fan di tutto il globo.

Oggi entrambi gli album sono ascoltabili sulle principali piattaforme streaming (Spotify, GooglePlay, Amazon Music, Shazam, Youtube) e le rispettive versioni fisiche (assieme ad altro merchandise come magliette e poster) possono essere acquistati direttamente tramite la pagina Bandcamp della band (https://tacitaintesa.bandcamp.com).

LE NEWS

Dall'esperienza in Giappone, i Tacita Intesa ricavano il videoclip della canzone Eureka, sesta traccia del secondo album FARO, ritraendo vari momenti sia del viaggio che dei due concerti al Raw Tracks di Osaka e al Silver Elephant di Tokyo, nell’ottobre 2019. Si è occupato delle riprese cittadine e del montaggio il tastierista della band Daniele.




Nessun commento:

Posta un commento